Archivi categoria: Fiori di bach

COME AFFRONTARE LA FINE DI UNA RELAZIONE

Standard
COME AFFRONTARE LA FINE DI UNA RELAZIONE

La fine di una relazione è una perdita affettiva importante che spesso include anche altre perdite: economiche, sociali e familiari. Questa esperienza può scuotere in modo profondo l’identità e l’autostima della persona che la sta vivendo.

La separazione è una ferita profonda e se è vero che le ferite si rimarginano è anche vero il fatto che facciano infezione oppure no, dipende da noi.

Come affrontare al meglio questa esperienza?

Scopriamo insieme cosa la bionaturologia© ci consiglia, continuando la lettura QUI’

STANCHEZZA CRONICA: COME RICARICARCI

Standard

Quando astenia, debolezza, svogliatezza e fatica si fanno sentire spesso durante le nostre giornate, ci troviamo di fronte ad una situazione che non deve mai essere sottovalutata. Infatti le cause che portano a questo tipo di malessere possono essere numerose e possono derivare da molti fattori, quali ad esempio malattie (anemia, infezioni croniche, mononucleosi e tante altre) da cause alimentari, da carenze vitaminiche o minerali, da alterazioni della glicemia e della regolazione insulinica, dall’uso di farmaci, da cause psichiche.

La Bionaturologia cosa consiglia

Leggi tutto l’articolo cliccando quì

SUPERARE LA FINE DI UN AMORE

Standard

cuore spezzatoVivere una separazione è tra le esperienze più devastanti e dolorose che una persona possa sperimentare. Il senso di vuoto è lacerante: si apre un buco nero e veniamo invasi da un turbine di emozioni e ricordi. Accettare la fine di un amore è un processo difficile e complesso. La fine di una relazione è una perdita affettiva importante che spesso include anche altre perdite: economiche, sociali e familiari. Questa esperienza può scuotere in modo profondo l’identità e l’autostima della persona che la sta vivendo. La separazione è una ferita profonda e se è vero che le ferite si rimarginano è anche vero il fatto che facciano infezione oppure no, dipende da noi. Come affrontare al meglio questa esperienza?

Continua la lettura clikkando quì

LA RABBIA E I SUOI EFFETTI. CONSIGLI NATURALI PER GESTIRLA

Standard

iraLa rabbia è un’emozione tipica ed è tra quelle più precoci; il bambino che non è coccolato dalla mamma ha come reazione il pianto che equivale allo sfogo dell’ira.
Moltissimi sinonimi linguistici si riferiscono a questa reazione emotiva: collera, esasperazione, furore ed ira rappresentano lo stato emotivo intenso della rabbia; altri invece esprimono lo stesso sentimento ma d’intensità minore, come: irritazione, fastidio, impazienza.
Ma cos’è la RABBIA?
La rabbia è la reazione ad un limite ed esprime il bisogno di affermare il proprio Io. Come tutte le emozioni, la rabbia non è mai giusta o sbagliata: c’è, e bisogna prenderne atto.  E’ un segnale molto importante che ci perviene dal nostro Se interiore e non bisogna reprimerla ma riuscire a comprenderla per poi gestirla al meglio.

Prosegui la lettura QUI’

L’APATIA: SINTOMI E RIMEDI NATURALI

Standard

apatia 3L’apatia è un comportamento o uno stato d’animo nel quale non si provano sentimenti di nessun tipo. Vede una diminuzione della motivazione nell’individuo nel compiere una qualsiasi azione o comportamento. Si caratterizza, infatti,  proprio per l’assenza totale o parziale di una reazione emotiva rispetto a situazioni ed eventi in cui normalmente l’individuo dovrebbe suscitare emozioni o interesse.

Leggi il resto di questa voce

L’IPOCONDRIA – UNA PAURA CHE ROVINA LA VITA – Scoprirla e curarla naturalmente

Standard

IPOCONDRIAIl termine ipocondria deriva dall’antica parola Hypocondrium, che vuol dire “al di sotto delle coste” e viene collegata al sintomo di dolore addominale che molti soggetti colpiti da questo disturbo manifestano. Ciò che differenzia l’ipocondria dal normale timore di essere affetti da qualcosa di grave è il modo in cui la paura si manifesta: non sporadica bensì sistematica e prolungata, accompagnata da un’insistenza che diviene per lo più ossessionante.

Il soggetto ipocondriaco si preoccupa in modo costante per la propria salute eseguendo visite ed esami che non riescono in ogni caso a tranquillizzarlo; inoltre questo stato di ansia indebolisce realmente il soggetto, aumentando la sintomatologia e creando reazioni e di conseguenza le preoccupazioni nel soggetto. E’ bene sottolineare che effettuare dei controlli medici motivati e/o periodici od avere una preoccupazione saltuaria per la propria salute, non rappresenta in alcun modo un problema e non ha alcun legame con l’ipocondria, trattandosi di un atteggiamento del tutto normale e comprensibile.

Leggi il resto di questa voce

I FIORI DI BACH COSA SONO, COME SI SCELGONO, PREPARANO ED UTILIZZANO

Standard
I FIORI DI BACH COSA SONO, COME SI SCELGONO, PREPARANO ED UTILIZZANO

fiori di bach image  La malattia, sosteneva il dottor Bach, non capita mai per caso, ma è l’espressione di un problema interiore, uno strumento con cui la nostra anima cerca di indicarci gli atteggiamenti sbagliati che stiamo assumendo.
La cura con i fiori di Bach inizia ad essere sperimentata negli Anni ‘30. In quel periodo, infatti, il dottor Bach, deluso da come la medicina allopatica curasse determinate malattie, decise di dedicarsi alla ricerca di un metodo di guarigione naturale che prendesse in considerazione gli stati d’animo negativi, che egli riteneva, se protratti nel tempo, causa di veri e propri disturbi, anticamera della malattia. Bach considerò quindi l’uomo nella chiave olistica di essere non solo fisico ma “formato” anche di energia vibrazionale, spesso distorta (in disequilibrio) dagli stati d’animo negativi, dai conflitti interiori, dai sentimenti soffocati e dai desideri repressi.

Leggi il resto di questa voce

SCEGLIERE IL FIORE DI BACH IN BASE AI SINTOMI

Standard

image

Di seguito troverai, numerati da 1 A 38, una sintetica descrizione DEI SINTOMI piu’ comuni, seguita dal nome del Fiore di Bach piu’ idoneo per apportare i miglioramenti desiderati.
IMPORTANTE: per RICONOSCERE I SINTOMI IN TE STESSO, devi avere grande obiettivita’! SCEGLI I RIMEDI IN BASE AGLI STATI D’ANIMO ATTUALI MA SOPRATUTTO SENZA INTERPRETAZIONI PSICOLOGICHE.

Leggi il resto di questa voce

CENTAURY – LA VOLONTA’

Standard

centaury Centaury – Fiore di bach n.4

Condizione che sviluppa, armonizza o risveglia: VOLONTA’

Rappresentazione archetipica: “La Sottomissione”
Soggetto al dominio e all’impossibilità di essere libero da legami invisibili che annullano la volontà

CHAKRA: agisce sul 3° centro

Disturbi psico-fisici
Esaurimento, senso di stanchezza cronica, debolezza energetica per abbassamento delle difese, pallore, occhiaie, tachicardia, aritmie, gastrite, dispepsia, dolori dorsali e lombosacrali, complesso di inferiorità, masochismo, aggressività sessuale repressa, senso di inadeguatezza sociale. Intossicazioni per eccesso di medicinali. Sterilità.

Personalità associata
sottomesso, troppo ubbidiente, servile, si auto annulla, arrendevole, servo, remissivo, compiacente

Questo è il fiore per le persone che si sentono deboli e sottomesse. Bach sostiene che questa persona si fa distogliere dalle proprie personali inclinazioni a causa di una volontà non ben strutturata. La persona Centaury è sempre “troppo disponibile” a tal punto di dimenticare di prendersi cura di se stesso e della propria vita, cancellando la propria identità e individualità per servire gli altri.

Per eccesso di generosità ed altruismo, esaurisce tutte le energie spesso senza ottenere alcun riconoscimento per i propri sforzi e le proprie qualità. Ha bisogno di piacere al prossimo, quindi spesso diviene succube di personaggi opportunisti e con meno scrupoli.

Questo atteggiamento ha origine nella confusione che il soggetto pratica tra l’accettazione altrui e la stima di sé, qualità che gli manca. E’ una persona che oppone scarsa resistenza all’ambiente circostante, sia in senso materiale che in senso sottile e non conoscendo i propri confini, si fa invadere continuamente. 

Non si sente abbastanza forte per risolvere i suoi problemi e così s’impegna a risolvere quelli altrui, trascurando la propria missione nella vita e sentendo il desiderio di aiutare il prossimo come una vocazione; per questo può però cadere nell’opportunismo, nell’istrionismo, e nel complesso del martire.

Apporti positivi del Rimedio

Sulla personalita’

Compassione, apertura mentale, altruismo, capacità di rimanere se stesso in un gruppo, di collaborazione equilibrata, ispirazione, capacita’ di portare a termine un lavoro e di seguire esempi ed ideali ma restando se stesso. Tranquillità. Volontariato.

Sulla Sessualità

L’armonizzazione con l’essenza permette di sentirsi in parità  di diritti, e quindi di donarsi ma, allo stesso momento, di chiedere agli altri ciò che si vuole da loro.

Affermazioni positive

Il mio pensiero è fonte di gioia e sicurezza.
Solo io sono responsabile dello sviluppo della mia personalità
Trovo la mia meta e riesco a raggiungerla senza chiedere aiuto agli altri
Sono meno timido e non temo il giudizio degli altri

GUARIGIONE
La propria natura viene indirizzata verso un fine più alto, sviluppando l’energia necessaria per servire un ideale nobile piuttosto che gli interessi egoistici di qualcuno. Si riafferma la propria personalità, adottando un atteggiamento più equilibrato nei confronti altrui. Si recupera la dignità e il senso dell’equilibrio interpersonale.
Trionfa la volontà, la determinazione, la risolutezza personale, la vitalità, l’energia e la capacità di esprimere il proprio punto di vista.
Ci si sentirà’ in grado di liberarsi da tutte le dipendenze (alcool, droga, fumo, dipendenza affettiva, ecc…)  poiché questo fiore chiude l’accesso a ciò che è dannoso, ristrutturando le debolezze tramite un riempimento interiore.

Estensione del Rimedio con altri Fiori

Larch – per la mancanza di fiducia in sè, per il senso d’inferiorita’
Pine – per senso di colpa e dell’autolesionismo.
Red Chestnut – il fiore dell’eccessiva preoccupazione per i propri cari Honeysuckle – per divincolarsi dal passato.
Olive – come rinvigorente
Larch – per la temporanea incapacità
Elm – per lo sforzo eccessivo
Agrimony – perché si è riconosciuto il proprio lato “ombroso”
Chestnut Bud – sostegno per sfuggire alla ripetizione
Cherry plum – per la paura di non farcela
Walnut – per proteggere il cambiamento
Crab Apple –  per la purificazione
Aspen – per la riarmonizzazione

Preparazione
Le bottigliette stock sono quelle che si trovano in commercio, dalle quali poi ognuno prepara i flaconcini o comunque le diluizioni per il trattamento.
Per preparare le bottigliette stoch di Fiori di Bach si deve prendere una bottiglietta da 30ml provvista di contagocce che andrà cosi’ riempita:
Versare due gocce del flacone del rimedio, o di ciascuno dei rimedi scelti, in 30 ml di acqua minerale naturale e due cucchiaini di brandy (brandy di buona qualità con una gradazione di circa 40° e meglio se derivante da produzione biologica e di frutta) come conservante. Da questa soluzione il paziente prende la dose giornaliera che consiste in 4 gocce 4 volte al giorno, per un periodo di tempo che varia da poche settimane a 2 mesi, in un bicchiere d’acqua o direttamente sotto la lingua”.

Namastè