Archivi tag: Cristalloterapia

L’AMETISTA

Standard

ametistaL’Ametista è una meravigliosa pietra di guarigione, di fortuna, di pace e di forte spiritualità. Ha il potere di tenere sotto controllo qualunque tipo di comportamento nocivo, di rendere più arguta la mente e di potenziare la memoria. Il colore tipico è un viola intenso e vivace insieme, con colorazione spesso disposta a bande o chiazze; può essere anche piuttosto tenue, ma in genere conserva lo stesso tono, senza sfumature estranee.

Gli Egizi la usavano come pietra dai poteri curativi per disperdere timori e sensi di colpa e come pietra protettiva durante i viaggi. Furono pero’ i Greci a coniare il termine ametista, col significato “di senza ubriachezza” perché sia essi che i romani la usavano per proteggersi contro gli eccessi del bere ricavando coppe da questo cristallo.

Proprietà e significato nella Cristalloterapia

L’Ametista si rivela utile come pietra meditativa poiché  stimola la consapevolezza spirituale rivelando al soggetto la sua saggezza interiore; difatti e’ relazionata al VI chakra, Ajña o chakra del terzo occhio, favorendo le facoltà medianiche.
A livello della psiche, il suo impiego si rivela utile nei momenti di tristezza, soprattutto dopo un lutto, consentendone il superamento. A livello mentale, promuove la consapevolezza e la sobrietà. A livello fisico, l’ametista agisce attenuando i dolori e le tensioni, soprattutto quelle collegate all’emicrania.

Effetti sulla psiche

L’Ametista ha la proprietà di assorbire le energie negative e nefaste e, grazie alla frequenza del raggio violetto, trasformarle in qualità positive, proprio per questa ragione è utilizzata anche per ricaricare gli altri cristalli. E’ positiva per tutti i disordini di origine psichica, ha influenza sul lato destro del cervello, sulla ghiandola pituitaria e pineale e stimola l’introspezione la spiritualità, la serenità e la concentrazione. E’ equilibrante perché  aiuta a portare equilibrio negli eccessi: da un lato stimola e dona sicurezza a chi è insicuro e soffre di complessi di inferiorità, mentre dall’altro attenua iperattività, irrequietezza, isterismo, manie, eccessi di egoismo e di egocentrismo. L’ametista e’ spesso definita “la pietra degli studenti” poiché aiuta ad appianare le difficoltà scolastiche incentivando e rafforzando la forza di volontà, la disciplina  e la concentrazione.

Effetti sul piano fisico

Come già accennato, aiuta a combatter egli effetti dell’alcol e pertanto può essere utile per le persone con problemi di alcolismo. Allevia il mal di testa e l’emicrania, le nevralgie ed i dolori nevralgici ma anche le infiammazioni ghiandolari in genere ma soprattutto quelle cutanee. Aiuta nei disturbi a carico dell’apparato circolatorio ed in particolare in caso di  pressione bassa. E’ di valido aiuto anche per il diabete, l’anemia e tutte quelle malattie del sangue per cui è utile stimolare la produzione di globuli rossi. Riequilibra i disturbi del metabolismo ed e’ di valido aiuto anche per le malattie a carico del pancreas o in caso di debolezza del sistema immunitario.

Uso e applicazioni

–  Come pietra dei sogni, la si può porre sotto il cuscino per scacciare l’insonnia e gli incubi ed assicurarsi un sonno sereno e ristoratore, costellato addirittura da sogni profetici.
–  Per scaricare le tensioni, si può tenere un cristallo di Ametista nella propria mano ricettiva (in genere la sinistra, la destra per i mancini) e lasciarsi pervadere dalle sue vibrazioni calmanti e riposanti; allo stesso scopo è utile indossarla a contatto con la pelle.
– Portata addosso, inoltre, l’ametista fa cessare le paure, ridona speranza, solleva lo spirito, allontana i sensi di colpa e di autocommiserazione, aiuta a sconfiggere schiavitù (fumo,alcool, etc…) e blocchi interiori. Permette, inoltre, di evitare l’eccessiva auto-indulgenza conferendo il dono del sereno giudizio.
– Per la meditazione può essere indossata o posta di fronte alla persona che medita o posizionata sull’altare davanti ad una candela bianca, accanto al fumo di un incenso calmante, come il sandalo.
–  Una candela rossa circondata di Ametiste, posizionata vicino al luogo ove si medita, può aiutare ad entrare in uno stato di coscienza superiore.
– Per aumentare la consapevolezza psichica e per stimolare il terzo occhio, quindi la chiaroveggenza ed il cosiddetto “sesto senso, è utile porre un cristallo di Ametista insieme a qualsiasi mezzo divinatorio (Rune, monete, tarocchi, etc…) per esaltarne le energie. Indossato durante le divinazioni, permette alle informazioni ricevute dall’inconscio di essere recepite ed utilizzate correttamente.
–  l’Ametista scambiata tra anime gemelle ed affini rafforza  il sentimento che li lega.
– Indossata durante processi o azioni giudiziarie, garantisce equità di giudizio. .
– Una piramide di Ametista posta sul VI o sul VII Chakra calma, rilassa ed allevia le cefalee.
– Posta in mezzo ad una stanza, invece, favorisce la serenità e la concentrazione.
–   Usata per massaggiare dolcemente tutte la zona della testa e del viso, porta grande sollievo in tempi abbastanza brevi, soprattutto quando l’origine del dolore e dovuta a contratture. A tale scopo, può essere anche utile frizionare la parte infiammata con un batuffolo di cotone sterile imbevuto da un elisir preparato con acqua messa in una bottiglietta di vetro trasparente con un’Ametista, lasciata (tappata in modo che non vi entrino dentro polvere e corpi estranei) sotto i raggi del Sole (non diretti) e della Luna per almeno una settimana.

I talismani di Edora per un aiuto personalizzato: https://consulenzeolistiche.com/monili-di-riequilibrio-edora/

Namaste’

Annunci

La CORNIOLA (o Cornalina)

Standard

corn CORNIOLA
Il nome di questa splendida pietra deriva dal latino “carnis,” che significa “carne”, così chiamata per la sua colorazione rossastra, semitrasparente o traslucida. I Romani usavano la corniola per fare i timbri per imprimere il sigillo di cera nella corrispondenza o altri documenti importanti, difatti questa pietra ha la particolarità che la cera calda non vi si attacca. Per gli antichi Egizi la Corniola era il simbolo della vita ed aveva il compito di accompagnare i defunti durante il viaggio verso l’aldilà. Con essa venivano scolpiti molti animali sacri come l’ariete di Amon e il falco Horus. Nel Buddhismo simboleggia la saggezza.

Proprietà e significato nella Cristalloterapia

La Corniola aiuta nella comprensione del Sé interiore, portando chiarezza nella mente. Aiuta a mettere in pratica idee e progetti rafforzando e motivando la concentrazione. Questo apporto è di valido aiuto anche nel parlare in pubblico, aumentando di riflesso l’autostima. E’ una pietra di potere che apporta successo nella propria vita, gioia e felicità. Aiuta, inoltre a guarire dalla gelosia e dall’invidia.

E’ un risanatore  antico ed evoluto. E’ creatrice di energie e procura calore. E’ un ottimo energizzante e un potente antinfiammatorio. E’ molto efficace per tutto ciò che riguarda l’assimilazione e l’assorbimento, non solo del cibo, ma anche del vissuto, difatti aiuta a metabolizzare e ad elaborare.

Effetto sulla psiche

Rafforzando il legame con la Terra, allineando il corpo fisico con quello eterico portando l’individuo ad apprezzare e a godere anche dei piaceri del mondo, è consigliata alle persone che sono troppo “spirituali” e con la testa tra le nuvole favorendo, quindi,  anche la concentrazione ed aiutando l’individuo a restare nel momento presente, nel qui’ ed ora.
Ci insegna ad armonizzare e a bilanciare gli opposti e  l’equilibrio tra Yin e Yang, sacro e profano, piacere e dovere, essere ed apparire. Conferisce stabilità e unità col Tutto; inoltre, stimola il senso di giustizia, l’altruismo e i principi etici.
Collocare la pietra nella in camera da letto è di valido aiuto per dormire più serenamente e a  tenere lontano gli incubi.

Effetto sul corpo

A livello fisco la Corniola svolge una funzione benefica sugli organi dell’apparato digestivo, fegato, cistifellea pancreas e vescica. E’ di aiuto, quindi, nei problemi di appetito, digestivi, di assimilazione del cibo e anche nell’anoressia. Grazie alla sua azione purificatrice ed energizzante del sangue è molto valida per la sterilità e l’impotenza quando dipendono da blocchi fisico – energetici degli organi riproduttivi. Aiuta e promuove la rigenerazione dei tessuti. Facilita l’assorbimento di vitamine e sostanze nutrizionali, agevolando l’eliminazione di tossine .Tiene bassa la pressione e riattiva la circolazione. Apportando calore ed energia, si consiglia alle persone che si stancano facilmente.

Uso e applicazioni

Posizionata in prossimità del secondo chakra, Svadhishthana, rafforza le funzioni degli organi genitali e proteggere l’intero organismo ma in particolare risolvere problemi dell’addome, stomaco, fegato, reni, intestino, organi riproduttivi.

–          In associazione con il cristallo di rocca è utile per prevenire la stitichezza e per migliorare le funzionalità dell’intestino.

–          Un leggero e lento massaggio alle caviglie porta sollievo alle gambe gonfie e previene le vene varicose.

–          Un leggero e lento massaggio all’inguine, porta energia e mantiene “attivi”.

–          Immersa nell’acqua del bagno, insieme al cristallo di rocca, crea un bagno tonificante e rilassante utile soprattutto per migliorare la circolazione negli arti inferiori

Tenuta nel vasetto della crema che usiamo per viso e per il corpo, previene i segni dell’invecchiamento.

Pulizia
Può essere scaricata da disarmonie dopo l’uso sotto l’acqua corrente. Può essere ricaricata ponendola al sole per qualche ora.

I talismani di Edora per un aiuto personalizzato: https://consulenzeolistiche.com/monili-di-riequilibrio-edora/

Namastè.

CRISTALLO DI ROCCA O QUARZO IALINO

Standard

quarzo Ialino

Il Quarzo Ialino è ritenuto il re del regno minerale ed è considerato la forma più pura di cristallo. Il suo nome deriva dal greco Krystallos yalos, ‘cristallo trasparente’ che viene tradotto anche come “ghiaccio chiaro”.

Gli antichi Greci, infatti, credevano fosse ghiaccio solidificato mentre gli Sciamani lo consideravano una “Pietra di Luce” poichè ritenevano che provenisse direttamente dal Cielo. E’ affascinante, semplice e nello stesso tempo molto elegante. Simboleggia la bellezza, la purezza, l’innocenza, la fede e la verita’. E’ luminoso, trasparente, incolore, ed ha la capacità di scomporre la luce bianca nei colori dell’arcobaleno. Da sempre, in tutte le culture, è considerato una pietra di auto-guarigione, dai poteri magici e terapeutici. Puo’ allontanare demoni e malattie e infonde energia, forza e coraggio.

Il Quarzo Ialino è un potente cristallo che ha la capacità di amplificare, concentrare, immagazzinare e trasformare l’energia presente nell’universo facendola confluire nell’aura, potenziandone la forza vitale e rinforzando i punti deboli del campo aurico. Purifica i corpi sottili rendendo più fluida la nostra energia. La sua “missione” è quella di convogliare ed incanalare le più alte energie cosmiche sul piano terrestre, ad una frequenza tale da purificare ogni aspetto oscuro, dissolvendo ogni negatività. Ci viene in aiuto per ricordarci che il nostro scopo finale è quello di diventare l’incarnazione della Luce, la riunificazione con l’UNIverso.

Proprietà e significato nella Cristalloterapia

Di livello spirituale molto elevato, è il cristallo piu’ idoneo da usare durante la meditazione in associazione ai mantra, alle affermazioni positive e alle preghiere. Le sue altissime vibrazioni energetiche sono alla pari di quelle emesse dai Grandi Maestri dell’umanità. La sua energia entra in contatto con la nostra intimità più profonda , risveglia la nostra coscienza e allontana coloro che non sono ancora pronti al risveglio. E’ talmente ricco di energia che ad alcuni soggetti particolarmente sensibili, può risultare insopportabile perchè si ha l’impressione di essere avvolti da una spirale di energia in continuo movimento.

Voglio ricordare che il Cristallo di Rocca è collegato ai chakra superiori che ci permettono la perfetta armonia con l’energia sottile dell’UNI.

Effetto sul corpo

Rivitalizza le zone insensibili, fredde e rigide. Riequilibra le funzioni del cervello, rafforza i nervi e stimola le ghiandole e la circolazione del sangue. Infonde energia e attenua la febbre, il mal di testa e la nausea. Lenisce i dolori, soprattutto ai denti. Aiuta a eliminare lo stress e le tensioni, favorisce l’eliminazione delle tossine. Effetto sulla psiche Il cristallo di rocca rende sinceri e imparziali. Rafforza la capacità di comprendere gli altri e, allo stesso tempo, di affermare la propria natura più profonda. Amplifica e illumina il pensiero. Stimola l’individuo a conoscere se stesso. Ogni cristallo di rocca è un generatore dell’energia più pura che ci sarà elargita se, semplicemente, ci porremo in sintonia con esso: è la pietra che guida verso la chiarezza ed è un potente conduttore di energia che illumina chi lo possiede. Porta armonia, gioia e serenità. Ha una forza universale e aiuta la meditazione.

Modalità d’impiego

Per ottenere effetti duraturi sia sul piano fisico che spirituale si consiglia di posizionarlo sulla parte dolente oppure di portarlo sempre con sé a stretto contatto con la pelle. In questo modo, il cristallo donerà equilibrio alle nostre energie, rimuoverà i blocchi, ci proteggerà e scaricherà su di sé le tensioni negative che sono in noi e quelle di chi ci circonda, mentre una grossa punta o una drusa proteggerà noi e la nostra casa purificando l’ambiente. Le punte di quarzo puro sono usate in cristalloterapia per riequilibrare i chakra, passandole su ciascuno a partire dal primo con movimento orario. Anche i cristalli biterminati vengono usati per sciogliere e fluidificare il passaggio d’energia. Può essere utilizzato per rafforzare l’azione delle altre pietre. ll cristallo di rocca può essere scaricato dopo l’uso sotto l’acqua corrente.

I talismani di Edora per un aiuto personalizzato: https://consulenzeolistiche.com/monili-di-riequilibrio-edora/ Namaste’ Ielena